Contributo dei metasilicati contenenti TENORM alla concentrazione di attività di Radon in un'abitazione della città di Crotone.

Del Gaudio M., Rania A., Procopio S.

Comunicazione
IV - Geofisica e fisica dell'ambiente
Aula 32C-1 - Martedì 18 h 09:00 - 13:00
» Download abstract

La città degli Achei, Crotone, ospita nel suo territorio residui di lavorazione e materiali contenenti TENORM (Technological Enhanced Natural Occuring Radioactive Materials) che hanno determinato un incremento del fondo radioattivo. Viste le proprietà meccaniche di tali scarti, una massa cospicua di silicati fosforosi è stata utilizzata per la costruzione di strade e ambienti confinati pubblici e privati. A partire da un modello di abitazione in scala, costruita con le tecniche costruttive degli anni '80, lo studio intende stimare il contributo della concentrazione di radon generato dai TENORM all'interno del volume noto. L'impiego di metasilicati contenenti radioattività naturale determina per la popolazione un incremento di dose efficace derivante sia dall'irraggiamento esterno che dall'inalazione del radon generato dai residui fosforosi presenti. Lo studio dimostra come uno strato di calcestruzzo ordinario costituisca una buona barriera per particelle mentre risulta trasparente per il radon, gas naturale inerte appartenente alla catena dell'U-238.

Società Italiana di Fisica - Via Saragozza 12 40123 Bologna P.IVA 00308310374 | credits