Una metodologia per la quantificazione dell'inquinamento carbonioso aerodisperso basato su misure del coefficiente di assorbimento ottico.

Massabò D., Bernardoni V., Pileci R.E., Danelli S.G., Caponi L., Valli G., Vecchi R., Prati P.

Comunicazione
IV - Geofisica e fisica dell'ambiente
Aula 32C-1 - Martedì 18 h 09:00 - 13:00
» Download abstract

La componente carboniosa emessa da sorgenti inquinanti in atmosfera influenza negativamente sia la salute degli esseri viventi che il delicato equilibrio climatologico. Grazie all'analisi ottica di campioni di aerosol atmosferico, effettuata grazie al Multi-Wavelength Absorbance Analyzer uno strumento sviluppato presso il Dipartimento di Fisica dell'Università di Genova, è possibile individuare e quantificare le sorgenti carboniose partendo dall'apporzionamento del coefficiente di assorbimento dell'aerosol, determinato a 5 lunghezze d'onda. Presentiamo qui i risultati del modello applicato a campioni di aerosol urbano e rurale, e di come possa essere implementato nelle analisi termo-ottiche per ottenere informazioni sulla concentrazione di carbonio organico otticamente attivo.

Società Italiana di Fisica - Via Saragozza 12 40123 Bologna P.IVA 00308310374 | credits