Rilascio di radionuclidi naturali in soluzioni acquose con metasilicati contenenti tenorm generati dall'industria chimica.

Rania A., Procopio S., Del Gaudio M., Mastroberardino A.

Comunicazione
IV - Geofisica e fisica dell'ambiente
Aula 32C-1 - Martedì 18 h 09:00 - 13:00
» Download abstract

Per più di 70 anni, la città di Crotone è stata sede di un importante polo chimico industriale, che ha prodotto rifiuti di produzione contenenti TENORM (Technological Enhanced Natural Occuring Radioactive Materials). Le eccellenti proprietà meccaniche hanno conferito agli scarti contenenti un'elevata concentrazione di radioattività naturale, l'etichetta di materia prima seconda e per tale ragione essi sono impiegati nel campo edile e delle costruzioni di aree pubbliche strade, porti, scuole, piazze e strutture private come riempimento dei vespai delle case. Lo studio si propone di analizzare l'interazione qualitativa e quantitativa degli scarti di TENORM con soluzione acquosa (falda o marina). Test precedenti condotti dalla stessa agenzia hanno dimostrato un'alterazione dei rapporti isotopici dell'Uranio ed un incremento della concentrazione di Torio 232 in soluzioni acquose che ospitavano metasilicati fosforici. La conferma di analisi preliminari porterebbe portare a concludere che vi è un arricchimento isotopico di radioattività naturale se e quando l'acqua, con caratteristiche differenziate, entra in contatto con gli scarti contenenti TERNOM, pertanto vi è un rilascio di radionuclidi naturali nella matrice ambientale.

Società Italiana di Fisica - Via Saragozza 12 40123 Bologna P.IVA 00308310374 | credits