Mega-terremoti e relativi tsunami nel mondo e nel Mediterraneo.

Romano F.

Relazione generale
IV - Geofisica e fisica dell'ambiente
Aula 29B-1 - Venerdì 21 h 14:30 - 15:30
» Download abstract

I mega-terremoti avvengono generalmente lungo le zone di subduzione generando spesso tsunami transoceanici, ma con effetti catastrofici soprattutto per le regioni costiere prossime agli epicentri degli eventi. Alcuni di questi eventi avvenuti negli ultimi 15 anni (es. M9.2 2004 Sumatra-Andaman, M9.1 2011 Tohoku) e la grande quantità di dati a disposizione hanno innescato un cambio di paradigma nell'approccio allo studio (dati e metodologie) dei mega-terremoti e dei terremoti tsunamigenici in generale, nella progettazione dei sistemi di early-warning e nello sviluppo di nuove metodologie per la stima della pericolosità da tsunami nell'ottica della mitigazione del rischio. Discuterò alcuni dei più forti terremoti di subduzione avvenuti a scala globale, evidenziando le caratteristiche inattese del processo di rottura che hanno contribuito alla generazione di tsunami dagli effetti talvolta catastrofici. Uno sguardo particolare sarà inoltre rivolto ai sistemi di allerta e al Mediterraneo, dove mega-terremoti e tsunami, anche se meno frequentemente rispetto agli oceani Pacifico e Indiano, sono avvenuti in passato. Questo seminario vuole essere un'opportunità per evidenziare cosa abbiamo imparato finora sui meccanismi di generazione dei mega-terremoti e tsunami, quali sono le questioni ancora aperte, le criticità e le grandi sfide nella comprensione del fenomeno e l'impatto che questi eventi hanno sulla società.

Società Italiana di Fisica - Via Saragozza 12 40123 Bologna P.IVA 00308310374 | credits