Stabilizzazione di un giroscopio laser di grandi dimensioni.

Giacomelli U., Beverini N., Carelli G., Ciampini D., Di Virgilio A., Fuso F., Maccioni E., Simonelli A., Stefani F.

Comunicazione
III - Astrofisica
Aula GSSI Rettorato - Auditorium - Venerdì 27 h 09:00 - 12:00
» Download abstract

La grande sensibilità dei giroscopi laser di grandi dimensioni permette loro di misurare con una precisione migliore di 1 (prad/s) la velocità di rotazione del sistema di riferimento ad essi solidale. L'esperimento GINGER (Gyroscopes IN GEneral Relativity), il cui prototipo GINGERino si trova nei Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS), mira a sfruttare questa sensibilià per misurare la velocità di rotazione terrestre con una precisione tale da rivelare l'effetto di Lense-Thirring. Per ottenere tale risultato abbiamo implementato sia un sistema di stabilizzazione attiva della geometria della struttura del giroscopio, basato su tecniche interferometriche, sia della potenza del laser.

Società Italiana di Fisica - Via Saragozza 12 40123 Bologna P.IVA 00308310374 | credits