Apparato e metodologie sperimentali per lo studio degli effetti biologici dei raggi X ultramolli su cellule V79 mediante una sorgente X plasma-laser.

Caioni G., Di Paolo Emilio M., Palladino L.

Comunicazione
V - Biofisica e fisica medica
GSSI Ex ISEF - Aula B - Venerdì 27 h 09:00 - 12:00
» Download abstract

L'uso di raggi ultramolli (300/500 eV) ci consente di determinare gli effetti biologici del danno sulle strutture periferiche e citoplasmatiche, come la membrana plasmatica e gli organelli, senza che il DNA sia coinvolto direttamente dalla radiazione. È stata scelta la linea cellulare V79 come modello. In questo studio abbiamo sviluppato: una sorgente di raggi X a laser plasma per applicazioni biologiche; una linea ottica per raggi X molli con l'uso di uno specchio sferico multilayers (500 eV) e un secondo specchio piano (300/510 eV); metodi di osservazione microscopica e studi di diversi end-point come test di vitalità e rilevamento di ROS. In questo contributo, presentiamo i risultati preliminari e gli apparati.

Società Italiana di Fisica - Via Saragozza 12 40123 Bologna P.IVA 00308310374 | credits