Radionuclidi in Medicina Nucleare da neutroni a 14 MeV.

Capogni M., Pietropaolo A., Quintieri L., Fazio A., De Felice P., Pillon M., Pizzutto A.

Comunicazione
V - Biofisica e fisica medica
Aula 32C-2 - Venerdì 21 h 15:30 - 18:30
» Download abstract

L'impiego di radionuclidi a breve emivita nella medicina nucleare è in forte sviluppo. L'ENEA possiede sorgenti di neutroni da reattore e da acceleratore (14 MeV) con notevoli potenzialità di ricerca nel settore di tali radionuclidi, quali Tc-99m ed isotopi del Rame. La produzione di Tc-99m da neutroni a 14 MeV permetterebbe di affrontare la crisi del Tecnezio, presentatasi qualche anno fa per carenza dello stesso causa fermo, per vetustà, dei principali reattori produttori. L'uso di neutroni a 14 MeV per produrre isotopi del Rame aprirebbe interessanti prospettive nel settore della Medicina Teranostica per diagnosi e cura di tumori altamente aggressivi.

Società Italiana di Fisica - Via Saragozza 12 40123 Bologna P.IVA 00308310374 | credits